Fabio Concato - Oltre il giardino, spartito testo e accordi - MbutoZone.it

Fabio Concato



Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF


Sample menu:


 

 






 

Oltre il giardino


intro

mi ------------------ -----------------
si -----1---3-1---3-- --------3-----3--
sol ------0-----0---- ----0-----0------
re ------------------ ------4-----4----
la ---0-------------- --5--------------
Mi ------------------ -----------------


mi ----------------- -----------------
si ----1---3-1---3-- --------5-3------
sol ------0-----0---- ----0-------0---
re ----------------- ------4-------4--
la --0-------------- --5--------------
Mi ----------------- -----------------


do/re                           sol-/fa#
e pensare di poter cambiar mestiere
lam                                sol-/fa#
sono ancora forte, potrei fare il giardiniere
lam                               
mentre tu mi stai guardando
          sol-/fa#                   si-
c'e' una lacrima che scende e fa'rumore
                     mi4       mi4/re#           do/re
ed io non so che cosa fare, ma mi devo reinventare...
do/re                           sol-/fa#
l'ho gia' fatto un tempo e posso farlo ancora
lam                                sol-/fa#
lavorare all'aria aperta mi rincuora
lam                                  sol-/fa#
faro' in modo che i colori e quel profumo
                      si-
siano la mia vita nuova
                      mi4       mi4/re#
ma tu non dici una parola

mi-                                   re
l'hai capito o no? mi hanno mandato a casa
 sol                         la-
senza dirmi una parola ne' una scusa
si-                              si7
dimmi adesso cosa faccio a cinquant'anni
                        mi-           sol         sol7
potrei dare quel che resta del mio culo per campare!
mi-                            re
dunque vedi che bisogna andare via
 sol                         la-
ce lo chiede questa nuova economia
     si-                         si7
come questi figli adesso che ci chiedono
                   mi-  re
perche' non si puo' fare?
                   do  sol
perche' non posso andare?
                     re
perche' non so spiegare?

do/re                           sol-/fa#
provero' cosi a cambiare la mia vita
lam                                sol-/fa#
perche' tutto intorno cambia ed e' fatica
lam                               
riconoscere i bisogni quelli veri
     sol-/fa#              si-
dai fasulli che son tanti
                  mi4       mi4/re#
e sono cosi prepotenti

mi-                                   re
ma mi vedi adesso in mezzo a questi fiori
 sol                         la-
ho ricominciato a vivere a colori
si-                              si7
ma i piu' belli forse sono dentro il cuore
                     mi-           sol      sol7
e te li posso raccontare e condividerli con te
mi-                                   re
e a me piace piu' di prima la mia vita
 sol                         la-
perche' ridimensionata si e' pulita
si-                              si7                 
come questa pianta e questi fiori nuovi
                mi-  re
che profumano la sera
                      do  sol
e che danno un senso nuovo
                         re
danno un senso che non c'era

do/re                           sol-/fa#
e pensare di poter cambiar mestiere
lam                                sol-/fa#
sono ancora forte, potrei fare il giardiniere


Trascritta da Marco Di Gennaro